Il prossimo tuo | Progetto Letterario Alga

19 Commenti

Inviato da paola lupo (non verificato) il Sab, 22/12/2012 – 19:30

“Il prossimo tuo” mi è parso un racconto molto avvincente e suggestivo, con una trama surreale che in realtà è una lucida analisi di sentimenti e relazioni profondamente umane, viste attraverso una prospettiva che sa essere tenera e lucida nello stesso tempo.

Inviato da Progetto Alga (non verificato) il Ven, 11/01/2013 – 16:03

Giulia, qual’è la tua lettura dei “sentimenti e relazioni profondamente umane” descritte ne “Il prossimo tuo”? Positive o negative? Buona lettura

Inviato da calogero ruvutuso (non verificato) il Mer, 26/12/2012 – 10:09

emozionante

Inviato da Alba Genti (non verificato) il Mer, 26/12/2012 – 11:36

Molto interessante la metafora maiale uomo

Inviato da Roberta Aroni Vigone (non verificato) il Mer, 26/12/2012 – 13:09

Un romanzo magico. Tutti abbiamo bisogno di essere amati e la relazione d’amore ci mette di fronte alla verità.

Inviato da Progetto Alga (non verificato) il Ven, 11/01/2013 – 16:06

Roberta, facendo riferimento alla “verità” che citi, pensi ci sia una verità assoluta nelle relazioni d’amore (o di amicizia)?

Inviato da Roberta (non verificato) il Lun, 21/01/2013 – 19:53

Se l’amore è vero, ci mette di fronte alla verità nel senso che ci fa sentire se stiamo tradendo una parte di noi stessi. Nel romanzo, Luca tradisce il suo amico per il successo, ma in definitiva tradisce se stesso, la sua infanzia, i suoi sogni. Alla fine però, attraverso il rapporto ritrovato con Bathal, capisce, piange, prova dolore. Si riavvicina al suo amico, e lo vuole proteggere. Si riscatta.

  Frasi per la classe prima: breve guida per insegnanti

Inviato da Flavia Piazza (non verificato) il Ven, 28/12/2012 – 12:28

Ho trovato geniale la storia, scritta con semplicità, scorrevole alla lettura, ma profonda. Un buon motivo per farci riflettere.

Inviato da Patrizia Zebellin (non verificato) il Dom, 06/01/2013 – 15:49

Una “favola” profonda che fa riflettere non solo sulle relazioni umani/animali, ma anche sulla stupidità, sulla prepotenza e sulla cronica “perdita di memoria”: se non parlo di quel che è successo è come se non fosse mai successo!
Un libro che si lascia bere in fretta ma che si deve sorseggiare con calma.

Inviato da gabriella giovando (non verificato) il Ven, 11/01/2013 – 10:12

Un romanzo breve , con diverse chiavi di lettura , che con ironia , leggerezza e grande bravura nel tratteggiare i vari personaggi , affronta temi profondi : quali l’ amicizia , la lealtà , la paura, l’ intolleranza e non per ultimo purtroppo la stupidità umana in tutte le sue sfumature . Commovente e poetico , come”Il Piccolo Principe”

Inviato da gabriella giovando (non verificato) il Ven, 11/01/2013 – 10:31

Un romanzo breve, con diverse chiavi di lettura , che con ironia , leggerezza e bravura nel tratteggiare i caratteri dei vari protagonisti , affronta temi profondi ,come l’amicizia la lealtà la paura , l’intolleranza ,l’egoismo e purtroppo, non per ultimo la stupidità umana . Commovente e poetico , mi ha ricordato “Il piccolo Principe ” e non solo per le ‘analogie di età e genere fra i protagonisti principali della favola.

Inviato da Marisa Porello (non verificato) il Lun, 21/01/2013 – 19:58

Grazie Gabriella, il fatto che il mio romanzo ti abbia ricordato “Il piccolo Principe” mi onora e mi commuove.

  La Storia in Sequenza per la Classe Prima

Inviato da Marie Thérèse GIRAUD (non verificato) il Dom, 13/01/2013 – 16:25

Leggendo Il Prossimo Tuo, si è progressivamente sempre più coinvolti in una favola convincente che descrive con tono insieme lieve, amaro e realista una società, la nostra, che lascia ben poco spazio alle illusioni.

Inviato da Cecilia Guiglia (non verificato) il Mer, 16/01/2013 – 21:50

Bella la trama e l’utilizzo di questo esperimento per raccontare il nostro paese e la gestione italica delle nostre fobie: se i diversi li abbiamo in casa sono un pezzo e core altrimenti li temiamo. La narrazione scorre fluente e i personaggi sono ricchi di sfumature. Un po’ criptica la chiusura, grazie alla scrittrice e agli organizzstori per l’iniziativa

Inviato da susi monzali (non verificato) il Dom, 20/01/2013 – 14:07

Bel libro, brava Marisa Porello! Ogni volta un’opera diversa nello spunto letterario e nel linguaggio, ma resta quella caratteristica di costruire tanti possibili livelli di
lettura, che l’autrice sa rendere così bene. Un libro che consiglierie a ragazz*, dalla prima media fino all’Università.

Inviato da Montone Gabriella (non verificato) il Lun, 21/01/2013 – 11:51

Scritto bene, lieve e profondo nello stesso tempo, diverte e fa riflettere. Un finale annunciato ma molto amaro!

Inviato da donatella gaydou (non verificato) il Sab, 26/01/2013 – 09:10

Tenero e toccante racconto sulla potenza dell’amore. Nella nostra società tale qualità di relazioni sembra non avere nessuna possibilità di esistere. E’ importante riflettere su questo argomento e rivendicare il nostro bisogno di tenerezza come il bisogno primario sul quale fondare una reciprocità di fiducia, comprensione e ascolto; altrimenti su cosa si basano le nostre società, le nostre democrazie?
Grazie Marisa.

  I migliori mestieri con la lettera D in Fight List

Inviato da Giuseppina Merlo (non verificato) il Sab, 26/01/2013 – 22:19

Una storia avvicente, una scrittura scorrevole, un romanzo che dimostra che l’amore non ha confini. L’ho iniziato e non l’ho messo giù finché non l’ho terminato, a notte fonda. Bravissima. Grazie di cuore.

Inviato da Silvia Porello (non verificato) il Dom, 27/01/2013 – 20:56

“Il prossimo tuo” mi è piaciuto moltissimo; è originale,avvincente, scritto molto bene. Brava!

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per il suo corretto funzionamento e per scopi di affiliazione, nonché per mostrarvi pubblicità in linea con le vostre preferenze in base a un profilo elaborato dalle vostre abitudini di navigazione. Facendo clic sul pulsante Accetta, il utente accetta il uso di queste tecnologie e il trattamento dei suoi dati per questi scopi.   
Privacidad